AI & ROBOTICA

iPhone: arriva l’intelligenza artificiale Apple

Accordo con ChatGPT per “Intelligence".

L’intelligenza artificiale arriva anche a Cupertino: si chiama Apple Intelligence ed è sviluppata anche grazie ad un accordo con OpenAI per l’impiego dei modelli di linguaggio di ChatGPT.

Un occhio particolare è alla privacy, come per tutto il mondo Apple . Secondo Tim Cook questo passo è un salto evolutivo per l’azienda e quando Apple Intelligence arriverà sugli iPhone,  cambierà il modo di utilizzare il device : l’assistente digitale Siri diventerà esponenzialmente più intelligente e capace rispetto ad oggi.

Apple Intelligence diventa infatti una componente infrastrutturale del sistema operativo: alla conferenza degli sviluppatori Apple, Cook ha spiegato che si tratta del più grande aggiornamento di Siri. Con l’IA l’assistente digitale è “integrato più profondamente” nei suoi sistemi operativie non è più solo un’interfaccia vocale, ma un chatbot con cui interagire. Siri- grazie alla Apple intelligence- capirà il contesto e interagirà con altre app come Mail e Mappe. Apple Intelligence verrà implementata sulle ultime versioni dei suoi sistemi operativi, oltre a iOS e iPadOS, macOS Sequoia e visionOS.

Aplle ha spiegato che al centro delle attività di Apple Intelligence ci sono la comprensione del contesto in cui l’utente usa il device e la privacy dell’utente. Per la potenza di calcolo necessaria, Apple Intelligence funziona solo su iPhone e iPad più recenti. Il rilascio di Apple Intelligence sarà graduale con alcune funzionalità e lingue disponibili in divenire.

Back to top button