SICUREZZA DIGITALE

Finte vendite di auto: sventata la truffa online

Vittime in tutta Italia : versavano anticipi ma i falsi venditori sparivano con i soldi.

Hanno truffato almeno 25 persone in tutta Italia a partire da agosto 2022 con un bottino di non meno di 50.000 Euro.

La sede dei truffatori era in Brianza e – al momento- due sono le persone arrestate mentre altre due sono agli arresti domiciliari in attesa dello sviluppo delle indagini.

Il finto mercato online di auto aveva l’unico fine di appropriarsi della caparra sulla vendita versata dagli acquirenti che poi non riuscivano più ad avere contatti con i finti venditori.

Le indagini dei carabinieri di Vimercate sono partite a novembre 2022, dopo la denuncia del titolare di una carta PostePay che aveva notato sul proprio estratto conto alcuni movimenti anomali.

I carabinieri hanno scoperto che ad operare era il figlio del titolare della carta e hanno scoperto che le operazioni anomale erano correlate ad accrediti operati da persone risultate vittime di truffe on line dopo avere visto finti annunci “esca” su note piattaforme virtuali dedicate alla compravendita di autoveicoli.

Le indagini hanno evidenziato che le vittime interessate all’acquisto di un veicolo (il cui annuncio di vendita era spesso corredato anche di fotografie e informazioni di dettaglio) contattavano il finto venditore al recapito indicato e versavano una somma di denaro a titolo di anticipo in attesa di perfezionare l’operazione, con l’accordo di corrispondere il saldo all’atto della consegna dell’auto. Ma,dopo aver incassato l’anticipo concordato, i truffatori si dileguavano rendendosi definitivamente irreperibili.

L’operazione coordinata dei Carabinieri di Vimercate, ha portato in evidenza un’organizzazione criminale dedita a truffe online e le misure cautelari attuate mirano a prevenire ulteriori crimini mentre le indagini continuano .

Back to top button