CITTADINI & UTENTI

Telemarketing: arriva l’Organismo di monitoraggio contro le pratiche illecite

Continua la lotta contro il fenomeno del “sottobosco” dei call-center abusivi

In una nota del 18 marzo 2024 il Garante per la Privacy ha annunciato – con l’accreditamento dell’Organismo di monitoraggio (Odm) –  la piena attuazione del Codice di condotta per le attività di telemarketing e teleselling, completando così l’iter per la sua applicazione.

Il Codice di condotta

Il Codice ha l’obiettivo di tutelare gli utenti dalle chiamate indesiderate. Le società che aderiranno al Codice si impegneranno quindi a:

  • adottare misure specifiche per garantire la correttezza e la legittimità dei trattamenti di dati svolti lungo tutta la “filiera” del telemarketing;
  • raccogliere consensi specifici per le singole finalità (marketing, profilazione, ecc.);
  • informare in maniera precisa le persone contattate sull’uso dei loro dati, assicurando il pieno esercizio dei diritti previsti dalla normativa privacy (opposizione al trattamento, rettifica o aggiornamento dei dati);
  • effettuare una valutazione di impatto nel caso svolgano trattamenti automatizzati, compresa la profilazione, che comportano un’analisi sistematica e globale di informazioni personali.

Le sanzioni

Il Codice di condotta stabilisce inoltre che venga applicata una penale oppure il mancato pagamento della provvigione per ogni contratto stipulato a seguito di un contatto promozionale senza consenso. 

L’Organismo di Monitoraggio

L’Autorità ha ritenuto che l’Odm – proposto da associazioni di committenti, call center, teleseller, list provider e associazioni di consumatori – sia in possesso dei requisisti previsti dal Regolamento Ue, tra i quali un adeguato livello di competenza, indipendenza e imparzialità per lo svolgimento dei compiti di controllo sull’applicazione del Codice da parte degli aderenti.

L’Odm è esterno rispetto alle Associazioni che lo hanno proposto e si compone di nove membri componenti,  incluso il Presidente.

Gli appartenenti all’organismo sono chiamati a garantire e mantenere per tutta la durata dell’incarico “onorabilità, indipendenza, imparzialità e competenza” e sono selezionati “tra soggetti in possesso di comprovata esperienza in materia di protezione dati personali, con particolare riguardo al settore del marketing, e nello svolgimento di compiti di vigilanza e controllo, nonché di approfondita conoscenza dei mercati, delle filiere e delle categorie interessati dal presente Codice di condotta”.

I membri restano in carica per cinque anni, senza rinnovo del mandato. 

Le sue attività sono rendicontate e sono remunerate dagli aderenti al Codice di condotta, tramite il pagamento di una quota di adesione.  

Continua in questo modo l’attività del Garante per arginare e combattere il fenomeno del telemarketing selvaggio.

Back to top button