SICUREZZA DIGITALE

E’ tornata la truffa del Wangiri

Uno squillo al cellulare e la linea si interrompe; chi richiama cade in trappola

Gli esperti dicono che la Truffa Wangiri è nata in Giappone- il termine infatti in giapponese significa “uno squillo e giù”-  e poi si è diffusa in tutto il mondo. Nell’ultimo periodo è tornata anche da noi e sta facendo vittime.

Suona il telefono – da un numero estero- e la linea si interrompe.L’utente richiama ma cade della trappola perché viene indirizzata a un numero a pagamento che addebita costosi servizi telefonici e abbonamenti a servizi premium.

A volte i cybercriminali per spingere gli utenti a richiamare lasciano nella segreteria messaggi. Spesso chiamano di notte, o durante l’orario di lavoro per ridurre le possibilità di risposta dell’utente. Obiettivo infatti è che la vittima richiami il numero. Se questo accade, i cybercriminali cercano di fare durare la chiamata  il più possibile.

Spesso a rispondere sono assistenti virtuali, o messaggi pre registrati, ma dall’altra parte potrebbe anche esserci il personale di un falso call center che parlano con il cliente per prolungare la chiamata perchè più le vittime rimangono in linea, più i cybercriminali guadagnano.

Il Wangiri classico costa circa 1,5 euro ogni dieci o quindici secondi, ma  ci sono varianti ancora più pericolose, che attivano a nostra insaputa servizi in abbonamento. In questo modo la vittima si accorge della truffa solo in un secondo momento ed è assai difficile risalire al colpevole.

Per prevenire il Wangiri è importante fare attenzione a tutte le chiamate che arrivano dall’estero. Esistono, però, dei prefissi internazionali usati più di frequentedai truffatori: Moldavia (+373), Kosovo (+383), Tunisia (+216). Il numero di telefono vero e proprio, invece, cambia sempre perché non è reale ma randomizzato tramite appositi software.

Per difendersi da un Wangiri c’è un solo metodo efficace: non richiamare il numero che ci ha fatto lo squillo. E poi, teniamo alta l’attenzione perché il numero del chiamante cambia continuamente: i cyber criminali  usano centinaia (se non migliaia) di numeri random diversi ed è quasi impossibile ricevere due squilli dallo stesso numero. Anche bloccando un numero di telefono, quindi, non bloccheremo il prossimo tentativo di truffa proveniente da un numero diverso. Meglio installare le app che verificano i numeri di telefono in entrata e….naturalmente non richiamare i numeri sospetti.

Back to top button