AI & ROBOTICA

Da Meta un’etichetta per le immagini generate dalla AI

Più trasparenza sulle piattaforme social

Meta ha annunciato che per rendere più facilmente riconoscibili le immagini generate dall’intelligenza artificiale, implementerà delle etichette che permetteranno agli utenti social di individuarle facilmente e distinguerle dalle foto “reali”.

Lo ha annunciato Nick Clegg, presidente degli affari globali di Meta, in un post sul blog ufficiale della piattaforma : l’obiettivo dell’azienda è essere più trasparente su piattaforme come Facebook, Instagram e Threads dove presumibilmente nel corso dei prossimi mesi ed anni ci sarà un boom di contenuti generati dall’IA.

Il piano di Meta è far sapere agli utenti quando le immagini postate sono generate dall’intelligenza artificiale.

Meta ha già implementato l’etichetta “immagine generata con l’IA” alle fotografie generate con il proprio modello interno, ma l’obiettivo è estenderlo anche a quelle create da tool di terze parti come DALL-E di OpenAI.

Clegg  ha spiegato anche che Meta sta collaborando con alcuni partner del settore per creare strumenti in grado di individuare i contenuti creati dall’IA utilizzando dei “marcatori invisibili” come filigrane o metadati.

L’obiettivo finale è rendere compatibili con questo sistema tutte le immagini generate da Google, OpenAI, Microsoft, Adobe, Midjourney e Shutterstock.

Stiamo sviluppando questa funzionalità ora e nei prossimi mesi inizieremo ad applicare etichette in tutte le lingue supportate da ciascuna app“, scrive Clegg “Adotteremo questo approccio anche per il prossimo anno, durante il quale si terranno una serie di importanti elezioni in tutto il mondo.”

Back to top button