CAMPANELLO DI ALLARME

Finita KO anche l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria

La mia preghiera al Presidente del Consiglio Mario Draghi

Dopo il Gruppo FS i problemi mettono in crisi anche l’Autorità di settore.

Probabilmente non c’è un legame tra i due incidenti informatici, ma certamente è legittimo preoccuparsi sui livelli di protezione di un così fondamentale universo del trasporto passeggeri e merci.

E’ certo che se crolla la sicurezza delle Agenzie per la sicurezza non ci troviamo semplicemente dinanzi ad un gioco di parole.

Sicuramente correranno tutti a ridimensionare la questione nella ferrea convinzione che “minimizzare” sia più efficace che “provvedere”, dimenticando che i piccoli intoppi sono quelli che paralizzano gli ingranaggi dell’intero Sistema Paese.

Stiamo parlando di “un ente indipendente creato per regolamentare la sicurezza della circolazione ferroviaria sulla rete nazionale. L’Agenzia ha, quindi, competenze sull’intero sistema ferroviario nazionale, comprese le linee regionali e le reti ferroviarie isolate dal punto di vista funzionale dal resto del sistema ferroviario”.

Siccome il sito è irraggiungibile, i motori di ricerca ci danno modo di sapere di cosa si occupa l’Agenzia e – soprattutto – ci regalano una perla di comicità insuperabile: “il portale della performance”.

Se la “Performance” (chiamarla “prestazione” o “risultato raggiunto” sarebbe stato riduttivo) è raccattare figuracce sul web, la competizione tra i dicasteri è particolarmente accesa e chiunque può constatare un “testa a testa” da sprint ciclistico sul traguardo della Milano-Sanremo…

Chi si sente generoso e “inclusivo” faccia lo sforzo di informare sul tema i colleghi del Ministero della Transizione Ecologica scrivendo loro sui personali indirizzi GMail visto che da giorni sono senza Internet, Intranet e posta elettronica…

Mentre ogni commento a quanto sta accadendo è superfluo, viene spontaneo rivolgersi a chi sta al volante di questa sofferente Italia.

E siccome l’ultima vittima cibernetica è la “Agenzia per la sicurezza ferroviaria e delle infrastrutture stradali e autostradali”, mi rendo conto che “stare al volante” non sia cosa facile.

Dottor Draghi, la prego, ascolti questa mia invocazione…

Non me ne voglia il Presidente del Consiglio dei Ministri, ma proprio non posso esimermi dal formulare una preghiera che sono convinto interpreti a pieno il sentimento dei miei connazionali.

Oggi, complici la ricorrenza della Santa Pasqua e il rito laico delle uova, una nuova Agenzia potrebbe essere l’uovo di Colombo….

Presidente Draghi non perda tempo. Istituisca in fretta la necessaria “Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Agenzie Nazionali per la Sicurezza”. 

L’Italia intera ne sente profondamente il bisogno.

Back to top button