CORONAVIRUS

United virologists della canzon

Crisanti, Pregliasco e Bassetti si improvvisano cantanti per convincere al vaccino

La pandemia è una cosa seria e siamo quasi tutti convinti che la vaccinazione sia la cosa più importante da fare per uscirne.  La parola d’obbligo è “quasi” perché resta lo zoccolo duro degli indecisi, degli impauriti e degli incalliti no-vax

Numerosi e variegati sono stati gli sforzi di ministri, virologi e influencer per convincere la popolazione a vaccinarsi.   C’è chi preferisce la persuasione e chi invoca metodi più coercitivi come l’obbligo vaccinale.  Le trasmissioni televisive ospitano virologi sempre più impotenti che si scagliano sui no-vax con diritto di parola e subiscono affranti il solito riferimento ai poteri forti o il “questo lo dice lei” che paralizza l’avversario meglio del più aggiornato Taser

Scienziati, ministri, commissari e rappresentanti del governo sono stati criticati per la mancanza di una strategia di comunicazione contraddistinta da messaggi semplici e chiari, ma soprattutto non in contraddizione l’uno con l’altro.  

Ed è per questo motivo che i virologi Crisanti, Pregliasco e Bassetti hanno deciso di fare squadra e scegliere questo periodo di dolci preparativi natalizi per cantare “Si Si Vax” sulla traccia di Jingle Bells.  

Le facce nel video sono quelle di chi ha la pistola puntata alla tempia con l’obbligo di partorire una Operazione Empatia dopo una riunione del comitato per la gestione della crisi. 

Fa tenerezza la volontà di mettersi in gioco, di far cadere qualsiasi decoro istituzionale.  Il gesto è molto più nobile dell’irruzione dei loro colleghi no-vax all’assembla dell’Ordine dei medici, con tanto di urla e spintoni.

Ma speriamo che l’andamento delle vaccinazioni non dipenda dalle doti canore del trio, altrimenti siamo nei guai.  Mentre ascoltiamo “mangia il panettone e vai a fare l’iniezione”, c’è il rischio che prima della puntura ci debbano praticare la manovra di Heimlich per liberare i canditi incastrati in gola. 

C’è chi griderà al complotto, manovra occulta per aumentare le vendite di apparecchi karaoke.  Diamo comunque alla Banda Bassetti un caloroso applauso per aver provato ancora con le buone.  Anche perché dopo le feste potrebbero tornare ai metodi coercitivi, gli basterà minaccare i no-vax con un lapidario “O vi vaccinate o cantiamo!”

Jingle bells jingle bells oh che bello andar

Back to top button