CAMPANELLO DI ALLARME

Arriva la dittatura pneumatica! Diventate “No WinT”

Tra due settimane scatta un ulteriore attacco alle nostre libertà di scelta

Il tempo stringe. Ancora un paio di settimane e dovremo subire un ulteriore attacco alle nostre libertà di scelta. Il nostro libero arbitrio viene nuovamente offeso. Ancora una volta lo Stato ha deciso di decidere per noi. 

Fate valere i vostri diritti, aderite al movimento no WinT.

Ascoltate le raccomandazioni dell’esperto internazionale Lin Mi Che, docente di tribologia volvente applicata alla Tsinghua University, da lui espresse in un mirabile intervento, lo trovate in rete, in occasione della World Free Tire Conference, tenutasi a Dunlop, UK nel settembre scorso. A conclusione di un approfondito studio sperimentale ha dimostrato l’assoluta inutilità di dispositivi specifici in situazioni ambientali al di sopra dei 274.15 Kelvin. 

Dunque insieme diciamo: “No WinT!!” 

No all’obbligo di pneumatici invernali e/o di dispositivi per assicurare la trazione o propulsione veicolare in condizioni di ghiaccio, neve e scarsa aderenza, tipici della stagione invernale. 

No alle leggi inique e impositive dello Stato. No alle sanzioni. No ai complotti di coloro che inneggiando alla salute pubblica rendono la vita difficile a carrozzieri, carri attrezzi, officine meccaniche, unità di traumatologia, esperti maxillo-facciali e di terapia intensiva.

Importante difendere il proprio diritto di potersi fracassare alla guida del proprio veicolo quando e dove si vuole. Se poi vengono coinvolti altri soggetti è colpa del fato, era scritto dovesse accadere. 

Non WinT, perché è espressione di libertà individuale contribuire allo sviluppo delle scienze mediche, aiutando il miglioramento delle diverse tecniche di trapianto di organi, assicurandosi, grazie alle problematiche associate al coefficiente di attrito roto-veicolare, una fine prematura. 

No WinT, no agli pneumatici invernali, più o meno catenati. 

Perché rinunciare al piacere della scarica di adrenalina quando si raggiunge lo stadio mistico della certezza di non controllare più il proprio veicolo e si attende, in situazione di dilatazione temporale, lo schianto finale. 

Diciamo quindi No al WinT. 

Riprendiamoci il gusto di viaggiare liberi di spalmarci contro guard rail, barriere New Jersey, alberi o altri ostacoli fisici. 

Conserviamo il diritto di verificare l’efficacia della forza di gravità precipitando in baratri e burroni. 

No WinT. No al cambio gomme del 15 novembre prossimo venturo. 

Aderite compatti e iniziate a pregare.

 

Back to top button