CITTADINI & UTENTI

Il calvario della connessione online all’Agenzia delle Entrate

Ci si augura solo che si eviti la crocifissione…

Stavolta non è capitato a me.

Non è successo nemmeno al classico povero disgraziato privo di competenze informatiche, quello “skill” (come direbbero quelli che simulano la conoscenza della lingua inglese) che non dovrebbe comunque essere obbligatorio per il contribuente che ha il dovere di pagare le tasse e non quello di diventare un free-climber del web capace di scalare i siti più impervi.

È toccato in sorte ad un ingegnere con cui ho condiviso oltre dieci anni di lavoro all’Autorità per l’Informatica (quella che oggi – non me ne vogliano i miei coevi per il blasfemo paragone – sarebbe o vorrebbe essere l’AGID o Agenzia per l’Italia Digitale), una delle persone più qualificate e precise che ho incontrato in tanti anni in cui bazzico certi ambienti.

Ieri mi ha subissato di messaggi e l’ho immaginato con gli occhi sbarrati nel rifiutarsi a dover credere che gli fosse impossibile accedere alla porzione “riservata” che il sito dell’Agenzia delle Entrate utilizza per dialogare “personalmente” con il cittadino, utilizzando un canale blindato per scambiare dati e fornire informazioni che riguardano solo ed esclusivamente il soggetto interessato.

Armato di santa pazienza (altri avrebbero invocato tutti i presenti sul Calendario) ha passato ore ed ore nel vedersi negato l’accesso. Chi pensa ad una condotta persecutoria del fisco nei confronti di un meticoloso contribuente si sbaglia.

Semplicemente non funzionava nulla. Inutili i tentativi con lo SPID, la Carta d’Identità Elettronica, la Carta Nazionale dei Servizi…

Possibile?

Ci si potrebbe domandare quanto spende l’Erario per ottenere così brillanti risultati. Ci si può accontentare di sapere cosa è successo e come sia possibile un disservizio del genere che qualifica la qualità del servizio che viene messo a disposizione del cittadino.

La prova – acquisita ore dopo – è riportata qui sotto. Forse può essere d’aiuto per fornire le spiegazioni necessarie.

Back to top button