CAMPANELLO DI ALLARME

Conto online con Poste Italiane? Attenti a questa trappola!

Nuova ondata di truffe in arrivo

Stanno piovendo messaggi SMS truffaldini e a farne le spese possono essere i correntisti di Banco Posta.

La comunicazione che arriva sul telefonino è perentoria.

Gentile cliente, abbiamo riscontrato accessi anomali al suo conto online. Per verificare clicca qui. http://revisionelog.com”.

Il tono estremamente categorico induce il destinatario a poggiare il polpastrello sul link evidenziato in blu oppure, se il tizio sta leggendo l’SMS su un cellulare old style e non su uno smartphone, a scrivere quell’indirizzo web sul proprio computer collegato a Internet.

Nel caso il potenziale bersaglio della malefatta non vede quel messaggio oppure tarda a reagire, nel giro di tre ore ecco arrivare una sorta di sollecito che fa perno sulla mancata esecuzione del controllo precedentemente suggerito e che dice che ormai è troppo tardi per porre rimedio.

Il testo del secondo messaggio è “Sicurezza web. Abbiamo bloccato il suo contratto momentaneamente, per sbloccarlo accedere qui. http://revisionelog.com”.

Si parla di contratto e non più di conto, ma chi riceve quelle poche righe non ci bada.

Se sventuratamente qualche correntista di Poste Italiane cade nel tranello e si collega al sito “consigliato”, l’iniziativa fraudolenta guadagna terreno…

Il sito – che naturalmente nulla ha a che fare con Banco Posta – si presenta graficamente molto simile a quello normalmente utilizzato per fare operazioni bancarie online.

Qualche browser segnala che si tratta di un sito ingannevole, ma siccome qualche software di navigazione (specie se obsoleto) non avvisa il rischio di imboccare la strada sbagliata incombe…

Chi è poco attento e non fa caso che l’indirizzo web non è quello di Poste, si ritrova dinanzi ad una schermata familiare.

In un battibaleno si apre una finestra in bella evidenza a centro dello schermo che informa che “Dal 12/09/2019 è entrata in vigore la nuova normativa sulla sicurezza online, e dal 12/09/2019 Poste Italiane diventa s.p.a (Società Per Azioni) e quindi è necessario una conferma dei suoi dati. La invitiamo quindi a confermare i suoi dati attraverso il modulo che segue. Il mancato aggiornamento porterà il blocco delle sue utenze postali.

Qui si arriva a far riferimento al “blocco delle sue utenze postali”, quasi arrivasse qualcuno a mettere un lucchetto alla cassetta delle lettere, ma anche stavolta i più distratti non vanno certo a guardare certi dettagli.

Non vanno inseriti account, identificativi, codici segreti e password che potrebbero essere proficuamente adoperate dagli immancabili malfattori pronti a saccheggiare quanto depositato sui conti correnti.

Ovviamente è bene non cliccare sul fatidico “Avanti” per proseguire nella compilazione di alcun modulo. I rischi sono quelli di farsi rubare informazioni personali preziose che potrebbero essere sfruttare per dar luogo a temibili furti di identità.

Il sito web in questione è stato registrato il 19 ottobre scorso da qualcuno che ha preferito l’anonimato e che trincera ogni suo riferimento dietro alla schermatura di quelle società che si offrono come tutrici della privacy… 

Cancellate ogni eventuale SMS di questo tipo e informate amici e conoscenti di questo raggiro che potrebbe far capolino anche sul telefono di tante altre persone.

Tags
Back to top button
Close
Close