CAMPANELLO DI ALLARME

Rapina in banca a Milano: le mappe delle fogne erano su Internet?

E se i rapinatori avessero trovato in Rete qualche utile informazione?

Il colpo alla filiale del Credit Agricole di via Stoppani nel capoluogo lombardo potrebbe profilarsi un complice inaspettato: il “web”.

La dinamica dell’azione criminale che ha evocato la sceneggiatura di un’opera cinematografica è imperniata sull’utilizzo della rete fognaria come via di accesso e di fuga.

La spericolata banda è riuscita a mandare a segno la propria malefatta sfruttando i cunicoli sotterranei che – a Milano e in tante altre città – rappresentano una non trascurabile rete per una mobilità non prevista.

I delinquenti sono riusciti a far perdere le loro tracce muovendosi con agilità e grande senso di orientamento nelle viscere della città di Sant’Ambrogio. Chi si è lanciato al loro inseguimento – pur vedendosi indicare l’ingresso della cavità in cui si erano dileguati i ladri – ha dovuto arrendersi dinanzi al dedalo di possibili percorsi che i rapinatori avrebbero potuto intraprendere.

Chi ha studiato l’operazione probabilmente è stato agevolato dalla documentazione che Internet è in grado di elargire a chi abbia pazienza e capacità di cercare con attenzione informazioni di più vario genere.

Chi, giocherellando con un motore di ricerca, digita “fognature Milano” si accorge che Google et similia offrono una vasta gamma di pagine e di immagini particolarmente suggestive.

Tranquilli, non andiamo certo a dare suggerimenti birichini.

Chi capita sul sito dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Milano trova un interessante articolo dall’appassionante titolo “La mappa del sottosuolo è in rete”, in cui si parla di iniziative avviate con l’Ordine professionale degli Ingegneri e con i Collegi dei geometri e dei periti industriali nell’ambito di un protocollo di intesa con CAP Holding, società a capitale pubblico partecipata dagli Enti Locali, riguardo l’accesso alle mappa in quadro d’unione delle Reti Acquedotto, Fognatura, Database Topografico, Carta Tecnica Numerica Comunale e Ortofoto, con Sistema di coordinate WGS84 PseudoMercator.

E’ poi interessante vedere la presentazione PowerPoint fatta dai tecnici di Metropolitana Milanese S.p.A. in un evento tenutosi a Bologna a ottobre 2018 in cui è stato illustrato il monitoraggio delle fognature della città di Milano.

Sul sito del Comune di Milano si trovano notizie della “rete acquedottistica e fognatura” e una immagine a metà pagina suggerisce di andare a cercare le “tavole del Piano d’Ambito ATO 2014”, così da arrivare alla dettagliata mappa della Rete Fognaria e degli Impianti di Depurazione.

Persino i siti delle società di spurgo possono offrire ispirazione, ma fermiamoci qui.

Chi non ha interessi speleologici o non deve emulare i protagonisti di “The Italian Job” non dà certo peso alla presenza di certe informazioni sul sottosuolo.

Chi si occupa di sicurezza, invece, è bene che abbia ben presente che Internet è una pericolosa cornucopia per chi va a caccia di know-how, spunti o supporto.

Chi in particolare lavora nel settore dell’antiterrorismo consideri che online non ci sono solo gli itinerari delle fognature e che per i malintenzionati il mondo sotterraneo è meno buio di quel che sembra ai comuni mortali.

Tags
Back to top button
Close
Close