WIKI WIKI NEWS

Arriva “TikTok Pro”, ma la app è fake e pericolosa

I cacciatori di novità, quelli che gironzolano continuamente alla ricerca di applicazioni sempre più accattivanti, è bene che tengano gli occhi aperti e non si facciano ipnotizzare dall’apparente comparsa di una versione professionale e superaccessoriata della famosa app con cui giovanissimi e non condividono video con il proprio smartphone..

Chi su Google va a digitare “TikTok Pro” è subito “accontentato” dalla proposta di link che dovrebbero essere in grado di spiegare in cosa consiste un “account Pro” e come sia possibile ottenerlo. Si sarebbe portati a pensare che sia tutto vero e che certe delucidazioni rappresentino una sorta di garanzia di attendibilità, ma – purtroppo – le pagine in questione sono state create ad arte da chi ha organizzato la malefatta.

La “app” in questione, in realtà, è avvelenata da un malware e una volta installata – secondo un recentissimo studio di “ESET Research” – invia un messaggio via SMS e WhatsApp invitando tutti i soggetti presenti nella lista dei contatti della vittima a scaricare e attivare a loro volta “TikTok Pro”.

Le istruzioni maligne contenute nel falso TikTok permettono l’indebito accesso (da parte di chi ha congegnato il malware) alla fotocamera e al microfono dello smartphone, alla galleria delle immagini e dei video memorizzati sul dispositivo, alla rubrica dei contatti e così tristemente a seguire.

Perché questo allarme – lanciato già l’8 di luglio da “Maharashtra Cyber” – era passato inosservato? La risposta è semplice e trova ragione nella localizzazione della agenzia statale di sicurezza che ha scoperto il problema. Trattandosi di una realtà indiana, molti hanno erroneamente interpretato l’avvertimento come una sorta di appendice della messa al bando di TikTok da parte del Governo di Nuova Delhi.

La politica non c’entra. Il rischio di TikTok Pro è vero.

Back to top button
Close
Close