WIKI WIKI NEWS

IBM richiede 12 anni di esperienza su un software fatto soltanto 6 anni fa

Spesso il datore di lavoro è particolarmente esigente e nelle procedure di selezione del personale stabilisce che i candidati siano in possesso di particolari requisiti. La scelta di un nuovo dipendente è ovviamente legata all’esigenza di disporre di qualcuno in grado di far bene un certo mestiere. E’ fondamentale, quindi, trovare chi sia davvero capace a svolgere determinate mansioni.

Qualche volta titoli e competenze si profilano molto restrittivi, ma può capitare che qualcuno – magari una grande realtà industriale – finisca con il chiedere l’impossibile suscitando involontariamente l’ilarità collettiva.

È il caso di IBM, storicamente sinonimo di informatica, che in questi giorni ha avviato la ricerca di risorse specialistiche con ben definite connotazioni professionali. La circostanza non è sfuggita al magazine online The Register che ha commentato con non poco divertimento il bizzarro annuncio del colosso americano.

La Global Technology Services – azienda della costellazione industriale di IBM – ha detto di esser pronta ad assumere specialisti con almeno dodici anni di esperienza con Kubernetes, un complesso sistema di gestione, amministrazione e organizzazione dei container. Comprensibile la pretesa di “arruolare” gente con significativa dimestichezza con certo software, ma quei dodici anni sembrano un pochino eccessivi e persino oggettivamente fuori dalla portata di chiunque.

Il programma infatti è stato realizzato e commercializzato nel 2014 e quindi nessuno può aver totalizzato il periodo di utilizzo approfondito che costituisce la “condicio sine qua non” per assicurarsi il posto di lavoro.

Tags
Back to top button
Close
Close