WIKI WIKI NEWS

Gli hacker attaccano Bending Spoons, ma non è vero… Un giocoso avvertimento?

In tanti hanno pensato che Anonymous Italia e LulzSec_ITA avessero davvero colpito la software house che ha realizzato la app Immuni, ma i più attenti si sono accorti che qualcosa non tornava.

L’annuncio via Twitter ha subito regalato una forte emozione a chi non nutre simpatia per Bending Spoons e in tanti si sono connessi al link che veniva suggerito per chiedere provocatoriamente informazioni sul programmino anti-Covid direttamente a chi lo aveva creato.

Chi è avvezzo a guardare i dettagli e quando naviga online teme sempre un “mistyping”, ovvero un errore di battitura alla tastiera, non ha faticato a riconoscere che si trattava di BandingSpoons e che quella A faceva una differenza non da poco.

Se in parecchi si sono divertiti a leggere le didascalie in corrispondenza dei veri componenti del team (la pagina è stata clonata probabilmente con una banale operazione di “spidering” che sembra aver permesso di scaricare tutto il sito “vero”), qualcuno si è lasciato suggestionare e ha pensato ad una testa di cavallo lasciata dinanzi alla porta di casa. Quando i birbaccioni digitali hanno scritto #StayTuned – come avrebbe detto Simona Marchini a “Quelli della notte” di Renzo Arbore – “che avranno voluto di’?”…

AGGIORNAMENTO

Naturalmente la pagina è scomparsa e il sito è stato sospeso con una velocità che in tanti anni trascorsi da “sceriffo del web” non avevo mai visto nemmeno per “cose” ben più serie.

Chi si fosse perso la pagina piazzata online dai giocherelloni di Anonymous Italia e LulzSec_ITA qui può trovarne la stampa in formato pdf (il modo più pigro per storicizzare l’evento).

Tags
Back to top button
Close
Close