WIKI WIKI NEWS

Banda di ragazzini da 9 a 16 anni ruba 46 auto

Chi pensa sia soltanto un titolo ad effetto vada a chiedere ai tredici concessionari nella zona di Winston-Salem e Kernersville nella Carolina del Nord cosa è successo.

Una baby-gang di diciannove minorenni – in cui spiccavano vivacissimi bambini di 9 anni – si è resa protagonista di venti furti con un bottino di ben 46 veicoli, per un valore di circa un milione e centomila dollari.

Approfittando del lockdown e del fatto che le pattuglie di polizia erano impegnate in altri servizi di controllo, la cricca di teen-agers ha fatto man bassa di auto di varie marche come Audi, Chevrolet, Ford, Honda, Lexus, Subaru, Toyota e Volvo.

Proprio per le restrizioni sanitarie in vigore, i “policemen” hanno adesso persino difficoltà a notificare tutti i provvedimenti restrittivi emanati dai giudici del Dipartimento di Giustizia Minorile della Contea di Forsyth e al momento l’unico arrestato risulta essere un diciannovenne di nome Mekeal Stewart Binns. Il giovanotto non appartiene alla gang, ma ora è in un centro di detenzione con l’accusa di ricettazione per essere stato trovato in possesso di un veicolo rubato.

Probabilmente – secondo gli organi di informazione locali, come il Charlotte Observer – ai giovanissimi verrà applicato un bracciale elettronica e si pensa che verrà posizionato alla caviglia. Siccome le auto americane hanno per la quasi totalità il cambio automatico, speriamo che il dispositivo di tracciamento venga messo alla caviglia destra, almeno da rendere difficoltosa la guida in caso saltasse loro in mente di ripetere simili reati.

Ma resta una domanda. Il diffusissimo videogame “Grand Theft Auto” quanto può aver contribuito ad ispirare i delinquentelli?

Tags
Back to top button
Close
Close