WIKI WIKI NEWS

Chi critica le “tette rifatte” non capisce nulla di sicurezza

I medici non hanno voluto rivelare il nome della “fortunata”, ma i report clinici parlano chiaro. La donna si è salvata grazie all’intervento di chirurgia estetica che le aveva dato modo di amplificare il volume del proprio seno.

Parliamo di una sparatoria e riportiamo un caso di una paziente di 30 anni con una lesione balistica alle protesi mammarie bilaterali. La protesi al silicone è stata con buona probabilità responsabile della deflessione della traiettoria dei proiettile e del salvataggio della vita della sventurata.

Il colpo che poteva rivelarsi fatale è stato deviato dalla “imbottitura” artificiale che meglio di un giubbotto antiproiettile ha scongiurato una tragedia.

I dottori canadesi Giancarlo McEvenue, Anastasia Oikonomou, Noah Ditkofsky e Joan Lipa hanno pubblicato sul sesto numero della rivista “Plastic Surgery Case Studies” (che riporta casi di studio e approfondimenti in materia di chirurgia plastica) un rapporto scientifico riguardante una ragazza di trent’anni che a Toronto, nel 2018, mentre stava camminando per strada ha improvvisamente sentito “calore e dolore sul lato sinistro del petto”. La donna ha subito visto uscire del sangue, si è recata al pronto soccorso e di lì è stata rapidamente trasferita in un centro traumatologico specializzato in ferite d’arma da fuoco.

Gli esami eseguiti hanno rilevato che il proiettile si era conficcato nella parete toracica inferiore destra della donna, poco sotto il seno. I chirurghi, rimosse entrambe le sue protesi mammarie al silicone, e hanno visto che il proiettile aveva chiaramente attraversato l’impianto sinistro, che lo ha deviato sull’impianto destro con sufficiente forza da capovolgere l’impianto destro…

Le lettrici che – complice l’isolamento forzato – hanno magari preso in considerazione un futuro “ritocchino”, possono (qui c’è lo studio in formato PDF) giustificare l’iniziativa anche con il consorte preoccupato per la spesa da sostenere. E’ questione di legittima difesa, questione di sicurezza…

Tags
Back to top button
Close
Close