WIKI WIKI NEWS

Anche gli Usa alle prese con il “bidone” delle mascherine

Eravate rimasti sorpresi dalla truffa delle mascherine, quella in cui era incappata la CONSIP aggiudicando (salvo ripensarci quando ci si è accorti che la merce non sarebbe mai arrivata) la fornitura ad una società a responsabilità limitata “agricola” per soli 15 milioni e 800 mila euro?

Probabilmente non sapete che – come dicono i vecchi proverbi – “tutto il mondo è paese”.

Non è soltanto la Pubblica Amministrazione italiana ad inciampare in situazioni imbarazzanti nonostante la burocrazia e i mille controlli procedurali. Anche quella di Trump ha assegnato una commessa da 55 milioni di dollari per la fornitura di mascherine protettive N95 ad una società che non aveva alcun precedente operativo nel delicato settore delle forniture medicali.

La Panthera Worldwide LLC, come riportato dalla stampa statunitense, “vantava” una società collegata che era finite sotto processo per bancarotta, non aveva alcun dipendente ed era stata private dei requisiti giuridici per il mancato pagamento di tributi. Al tempo stesso, sul proprio sito web, la società Panthera si qualificava come una realtà che erogava addestramento tattico per le forze armate americane e per le agenzie governative…

La Federal Emergency Management Agency stava per pagare a questi signori 5 dollari e mezzo per ciascuna mascherina, quando aziende specializzate come la 3M fornivano un prodotto equivalente per 63 centesimi di dollaro.

Tags
Back to top button
Close
Close