AFFARI & FINANZA

In Venezuela le criptovalute si scambiano senza Internet

Scambiare criptovalute senza l’utilizzo di internet è ora possibile grazie a Criptolago. L’exchange venezuelano ha sviluppato un servizio che supporta i pagamenti in criptovaluta via SMS per stimolare e promuovere una maggiore adozione di criptovalute in tutto il Paese

Criptolago all’inizio della settimana ha annunciato il lancio di un servizio che permette transazioni crittografate attraverso un messaggio di testo. L’assenza della connessione Internet per i venezuelani non sarà più un ostacolo. L’iniziativa è stata presa in risposta all’invito del presidente Nicolas Maduro che ha esortato le aziende a sviluppare sistemi di pagamento alternativi al sistema bancario tradizionale. Il presidente venezuelano ha sottolineato la necessità di creare sistemi di pagamento offline, compatibili con l’utilizzo della nuova criptomoneta Petro. Si tratta senza dubbio della piattaforma più matura del Venezuela, l’unica in grado di fornire soluzioni avanzate per promuovere l’uso su larga scala delle criptovalute nel Paese. Prima di lanciare il servizio per lo scambio offline, collaborò con Glufco, la criptobanca venezuelana, per consentire ai cittadini di poter utilizzare criptomonete, caricandole all’interno di carte di credito, per spenderle, come i Bolivar, all’interno dei negozi.

Criptolago ha abilitato questo servizio via SMS per tutte le valute presenti sulla sua piattaforma. In altre parole, ora i venezuelani possono inviare Petro, Bitcoin, Litecoin, Dash e Glufco (il token della banca d’investimento crittografica del Venezuela) senza la necessità di una connessione internet. La piattaforma ha inoltre abilitato lo scambio e la conversione delle criptomonete in Bolivar, la valuta fiat nazionale. Per ora il servizio è disponibile solo per gli utenti registrati, ma il processo di onboarding è molto semplice.

Anche prima che Criptolago lanciasse il servizio, i venezuelani potevano inviare la criptomoneta Dash, con messaggi di testo, attraverso Dash Text, un portafoglio offline promosso dal gruppo Dash Core. Attualmente i portafogli Dash attivi sono circa 6.000 e sono abilitati negli USA, in Colombia, in Spagna, in Brasile e in Venezuela, dove gli utenti possono effettuare un pagamento in tempo reale attraverso l’invio di un SMS.

Questo servizio risovle solo in parte l’invito al cambiamento del presidente Maduro. Resta un problema, il valore del Petro. Il prezzo ad oggi risulta ancora troppo instabile per divenire un pratico mezzo di scambio. Mentre le fonti del governo ufficiali dichiarano che il valore del Petro sia di 58,9 USD, sugli exchange viene scambiato ad 11,50 USD con picchi registrati nel giorno, di 20 USD per singolo coin.

Prima di poter diventare una formula di pagamento mainstream, c’è ancora molta strada da fare. Dash Text riporta che da gennaio 2019 ad oggi sono state effettuate 6456 transazioni, e di queste la stragrande maggioranza, 6105 sono avvenute in Venezuela. E. Conteras, Business Development di Dash dell’America Latina, ha dichiarato che il numero di transazioni giornaliere via sms sono diminuite drasticamente a causa del COVID-19, attualmente 4 al giorno rispetto alle precedenti 30. 

Criptolago non ha ancora condiviso le statistiche di utilizzo, tuttavia il suo sviluppo potrebbe portare risultati positivi. Considerando l’instabilità della moneta nazionale e della connettività internet, i pagamenti offline potrebbero essere la cosa giusta da fare, in un paese in cui non avere denaro depositato in una banca è diventato una questione di sopravvivenza.

Back to top button
Close
Close