SPECIALE CORONAVIRUS

Invasion Europe

Trentamila soldati statunitensi stanno arrivando in queste ore nel Vecchio Continente  per partecipare alla mega esercitazione Nato, Defender Europe 20. Tra aprile e maggio, i trentamila si affiancheranno ai settemila degli altri Paesi dell’Alleanza Atlantica. Tutto questo al tempo del Covid-19. Senza alcuna misura di prevenzione, come previsto dalle direttive OMS e di tutte le nazioni compresi gli Stati Uniti. Paese, questo, dove si contano a oggi 14 vittime da coronavirus. Con la California in stato di emergenza, New York in allarme rosso, ma anche con molti stati federali dove non sono stati fatti tamponi.

Tutto questo mentre i soldati italiani in missione all’estero sono stati confinati nelle basi e non fanno rientro in Italia, né per licenza né per avvicendamento. Stessa cosa per quei militari che sono tornati in patria e non possono tornare in Libano, Afghansitan o Kosovo.

Trump, in un suo tweet, si pavoneggia che negli Usa ci sono solo 129 casi accertati, ma la realtà è ben diversa. I kit per i tamponi negli States non ci sono. Il vice presidente Pence, nominato sul campo capo della task force anti covid-19, aveva parlato di un milione di kit, ma è smentito dal responsabile della Sanità, Alex Axar, che parla di appena 75mila tamponi entro questo fine settimana. Forse entro la prossima il numero potrà arrivare a 400mila e questo vuol dire che i pochi casi rilevati dipendono solo dalla mancanza di verifiche. Ohio, Maine, Alabama e Oklahoma non hanno fatto alcun test in queste settimane. Negli ospedali di Seattle, capitale dello stato di Washington, i malati ai quali viene negato il tampone sputano in terra e lasciano secrezioni nasali in giro come forma di protesta. Da una nazione dove il Covid-19 potrebbe essere già endemico sono partiti o stanno per partire 30mila persone. Molti di loro appartengono alla Guardia nazionale. Gli Usa – che hanno bloccato i voli per l’Italia e dichiarato il nostro Paese ad alto rischio arrivando a vietare i viaggi nelle zone rosse del Nord Italia, limitare quelli in Germania e Polonia – si apprestano a mandarci trentamila soldati potenzialmente contagiati. Senza controlli preventivi, né al loro arrivo. Sbarcheranno in Olanda, Germania, Estonia e Lettonia.  Washington mette in quarantena gli italiani e gli europei e poi se ne frega dell’epidemia, tanto il presidente ha detto che i dati dell’Oms sono falsi. 

Mentre l’Italia resiste e l’Europa cerca di proteggersi del Covid-19, il nostro alleato principale ha deciso che una prova muscolare militare non si può fermare. Costi quel che costi.  

Tags
Back to top button
Close
Close